Sei il benvenuto, in questo blog troverai numerosi documentari che hanno come unico scopo la ricerca della verità. Ti invito a consultarli liberamente ed a commentarli: buona visione.
Attenzione: i documentari proposti in streaming sono sempre attivi, se alcuni risultassero invece non attivi, non funzionanti o del tutto invisibili potrebbe essere necessario cambiare i DNS, per sapere come fare clicca qui sotto.

Per vedere i documentari con la pubblicità basta cliccare su "Close ad and continue as Free User" e poi su "Start the video" chiudendo i pop-up che si apriranno. Sono certo che capirete che questo mi permette di mantenere i video on-line gratuitamente. Consiglio l'uso del componente aggiuntivo Adblock Plus o similare che vi permetterà di togliere automaticamente tutta la pubblicità. I documentari sono tutti disponibili per il download gratuito, basta cliccare sul pulsante.

giovedì 4 aprile 2013

Le Vie Dei Farmaci

“La razza umana può sopravvivere benissimo senza un’offerta interminabile di farmaci nuovi, ma non le società che li producono.” Jacky Law. Le 10 più grandi case farmaceutiche costituiscono la cosiddetta BigPharma che controlla il mercato mondiale dei farmaci, un’entità che arriva ad un fatturato annuale di oltre 200 miliardi di dollari e raggiunge il prodotto interno lordo dell’intera Danimarca. Tutte le organizzazioni internazionali che si occupano di farmaci hanno le proprie sedi a Ginevra tra cui l’OMS, il WTO (organizzazione mondiale del commercio) la quale ha organizzato il sistema di brevetti che stanno dietro ad ogni nuovo farmaco messo in commercio e l’IFPMA (associazione internazionale dei produttori farmaceutici). Queste organizzazioni si occupano di stabilire, tra le altre cose, dove verranno distribuiti i farmaci ed a quale prezzo ed hanno creato nel tempo una disparità incredibile tra paesi ricchi e paesi poveri: i paesi poveri, infatti, rappresentano l’85% dei malati con una spesa medica pari a solamente l’11% del totale. Un sistema totalmente squilibrato ed ingiusto al quale, però, stanno iniziando ad opporsi alcuni paesi, primo tra i quali l’India.


0 commenti:

Posta un commento