Sei il benvenuto, in questo blog troverai numerosi documentari che hanno come unico scopo la ricerca della verità. Ti invito a consultarli liberamente ed a commentarli: buona visione.
Attenzione: i documentari proposti in streaming sono sempre attivi, se alcuni risultassero invece non attivi, non funzionanti o del tutto invisibili potrebbe essere necessario cambiare i DNS, per sapere come fare clicca qui sotto.

Per vedere i documentari con la pubblicità basta cliccare su "Close ad and continue as Free User" e poi su "Start the video" chiudendo i pop-up che si apriranno. Sono certo che capirete che questo mi permette di mantenere i video on-line gratuitamente. Consiglio l'uso del componente aggiuntivo Adblock Plus o similare che vi permetterà di togliere automaticamente tutta la pubblicità. I documentari sono tutti disponibili per il download gratuito, basta cliccare sul pulsante.

giovedì 15 novembre 2012

Segretezza (Secrecy)

Negli Stati Uniti ed in larga parte anche da noi la segretezza investe ogni campo della gestione pubblica, ogni settore ha dati sensibili da non divulgare ma riguarda soprattutto la difesa e l'intelligence nei quali viene applicata per proteggere le informazioni riguardo i brevetti, la detenzione dei prigionieri, la pianificazione e la strategia offensiva in campo di guerra, gli obiettivi militari e la logistica. Nel corso del tempo ha avuto un ruolo sempre maggiore ma è dall'attacco alle torri gemelle che è diventata una gabbia invisibile capace di stendere un velo di oscurità in grado di impedire la consultazione anche dei documenti che in precedenza non erano ritenuti importanti. Ma è davvero riuscita ad abbassare il livello di vulnerabilità dell'occidente oppure rappresenta solo un ulteriore ostacolo verso la libertà? E' lecito nascondere le informazioni ai veri sovrani dello stato, i cittadini? Quanto può spingersi avanti senza che diventi un'arma capace di annullare la democrazia che essa stessa vorrebbe salvaguardare? Quanto può interferire con gli altri stati prima di diventare uno strumento offensivo?


0 commenti:

Posta un commento